PER LA PRIMA VOLTA A -90

April 7th, 2010

Ieri, 6 aprile, la copertura del Large Space Simulator ha toccato -90° C, simulando condizioni di freddo estremo. In queste condizioni, anche se le componenti elettroniche di AMS-02 sono attive, dissipando complessivamente 2,5 kW di energia, è necessario attivare i radiatori collocati in diverse posizioni nell’esperimento per evitare che alcuni dei sottosistemi raggiungano temperature più basse della temperatura operativa minima, e quindi si danneggino.

Durante l’intero periodo del test, un gruppo di 20 persone sarà al lavoro senza interruzione, 24 ore su 24, studiando il comportamento termico dei vari sottosistemi. Una delle misurazioni cruciali che saranno effettuate in questa fase sarà lo studio della tolleranza del magnete superconduttore nell’ambiente freddo dello spazio.

AMS-02 prima della chiusura della porta del simulatore